Pescara, presentato in Portogallo il sistema operativo Russeau del M5S

Pescara. Ha illustrato il progetto ‘Rousseau’ all’Università ULHT (Universidade Lusófona de Humanidades e Tecnologias), in Portogallo, Enrica Sabatini, capogruppo del M5S Pescara.

L’occasione è l’evento internazionale “Reti digitali e culture della collaborazione” in corso di svolgimento all’Università, durante il quale docenti e ricercatori si confrontano sull’emergere di una nuova cultura della collaborazione tra individui, tecnologi e dati in cinque ambiti specifici: ambiente, economia, cultura, arte e politica.

Della piattaforma Rousseau del M5S si è discusso nel corso della giornata di oggi, martedì 14 giugno, dedicata alla politica.

“stiamo lavorando con impegno e dedizione affinché il sistema Operativo Rousseau diventi sempre di più un’infrastruttura collaborativa, ma anche decisionale e formativa, in grado di attivare a pieno quei processi partecipativi e di cittadinanza attiva che riteniamo prioritari e peculiari per la nostra azione politica”, afferma il capogruppo Sabatini.

La portavoce penta stellata, già docente universitaria, laurea con lode in Psicologia ed un PhD in Scienze, è specializzata nello studio dei processi cognitivi, metacognitivi e sociali che intervengono nell’apprendimento mediato dalle nuove tecnologie ed ha progettato, insieme al Senatore Nicola Morra, l’applicazione e-learning di Rousseau destinata alla formazione a distanza di portavoce e di futuri portavoce del M5S.

Il sistema operativo Rousseau è stato presentato da Davide Casaleggio anche durante il “Global Forum on Modern Direct Democracy 2016” che si è tenuto a San Sebastian in Spagna e dall’europarlamentare e membro dell’Associazione Rousseau, David Borrelli, a Bruxelles durante il recente Digitech 2016.