Pescara, candidato sindaco: il Pd invoca il modello Legnini

Pescara. Non si è ancora sciolto il nodo del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco di Pescara: e il Pd si appella al modello unitario che è stato tentato per la candidatura di Giovanni Legnini alle ultime regionali.

Il Partito Democratico ha tenuto oggi una riunione sulla prossima scadenza amministrativa alla presenza dell’Onorevole Paola De Micheli e di Marina Sereni, del coordinamento nazionale del Pd. “Al centro dell’incontro”, riporta una nota, “è stata posta la volontà del Partito Democratico di lavorare ancora nelle prossime ore per far sì che alle elezioni amministrative per il Comune di Pescara il centrosinistra possa presentarsi con una coalizione coesa è competitiva, attorno ad una candidatura più condivisa possibile”.

“L’esperienza di governo condotta in questi anni dall’Amministrazione Alessandrini ha raggiunto importanti risultati per la città che possono e debbono essere consolidato ed innovati nel prossimo futuro”, prosegue la nota dem, “Il centrosinistra a Pescara può e deve ripartire dall’unità delle forze democratiche e progressiste che a febbraio hanno condiviso la battaglia per le regionali. Per questo – conclude il comunicato – il Partito Democratico promuoverà nelle prossime ore un nuovo incontro con tutte le forze del centrosinistra, chiedendo ad ognuno di sgomberare il campo da ogni rigidità e pregiudiziale”.