Pescara, Civitarese propone la strategia rifiuti-zero

Pescara. “Il principale intervento da attuare per la gestione dei rifiuti è l’abbattimento della loro produzione”. Stefano Civitarese, candidato sindaco per Coalizione civica, punta sulla strategia rifiuti-zero per il suo programma elettorale.

“Non è più sufficiente una buona raccolta differenziata, bisogna quanto più possibile prevenire ed adottare la strategia rifiuti-zero per ridurre gli sprechi e accrescere la consapevolezza degli utenti”, afferma, proponendo campagne di comunicazione e promozionali, con misure premiali.

“L’azione concreta partirà dalla gestione degli uffici comunali, eliminando l’uso di materiali non riciclabili, controllando ed incentivando le pratiche di risparmio sul materiale di consumo”, prosegue Civitarese, mentre “a livello di gestione urbana verrà applicata la tariffa puntuale adottando il principio del pago per quanto indifferenziato produco. Particolare attenzione andrà rivolta alle attività commerciali e ricettive, in spiaggia e in città gli esercenti saranno incentivati all’uso di materiali riutilizzabili e riciclabili. Le spiagge saranno dotate di specifici punti di raccolta differenziata e appositi “raccogli-cicche”, sistemi e gadget riutilizzabili per terminare finalmente la semina delle sigarette.

Tra le attività che perseguono la “fine del rifiuto”, saranno promossi i “Centri del Riuso, appositi spazi da allestire in tutti i quartieri, per recuperare dando nuova vita ai numerosi prodotti in disuso. Di fondamentale valore strategico”, conclude il candidato sindaco, “è l’abbattimento della quantità di rifiuti organici, attraverso l’incentivazione della pratica dell’autocompostaggio, a livello anche condominiale, che l’amministrazione comunale promuoverà con maggiori incentivi economici e creando il registro regionale degli autocompostatori (RRA)”.