Pescara: “Il campo di Zanni svenduto a un privato”

Pescara. “Il Pd è in vena si saldi di fine stagione anche sugli impianti sportivi”: è il Movimento 5 Stelle ad attaccare Alessandrini e la sua maggioranza per il “un project financing per la concessione ad un privato del campo di calcio di Zanni per ben 12 anni, a fronte di lavori di ristrutturazione dell’impianto sportivo per 55.000 euro ed il versamento di un canone annuale di poco più di 1.000 euro”.

“La cosa più grave, che la giunta Alessandrini tace”, sostiene la consigliera Erika Alessandrini, “è che il futuro concessionario garantirebbe la manutenzione (2.500 euro l’anno) per i soli 5 anni iniziali: questo vuole dire che ogni manutenzione ordinaria o straordinaria che dovesse rendersi necessaria nei successivi 7 anni sarebbe a carico del Comune, pena, molto probabilmente, cause e ricorsi per il mancato incasso da parte del concessionario. A questo è necessario aggiungere che il campo in sintetico di Zanni è già oggi particolarmente consumato e i lavori di manutenzione previsti dal project non ne garantiscono una durata di ulteriori 12 anni”. ”

“Di chi sarà l’onere di far fronte ai circa 300 mila euro necessari al rifacimento del manto? Certamente del Comune se non si vorranno pagare al concessionario, anche in questo caso,  i costi per il mancato esercizio dell’impianto”, conclude la consigliera pentastellata, hiedendo al Sindaco e alla Giunta di “fermare la procedura di Project financing del campo di Zanni perché non in linea con quanto deliberato dal Consiglio comunale rispetto all’assenza di oneri per il Comune”.