Pescara, interpellanza alla Regione sulla manutenzione delle case Ater

Pescara. “Garantire la vivibilità e la sicurezza delle case Ater deve essere una priorità della Regione Abruzzo, che ha il dovere di assicurare alloggi dignitosi e stabili a tutti i suoi residenti. La passata amministrazione regionale guidata dal Presidente D’Alfonso aveva investito molto nella manutenzione ordinaria e straordinaria di questi appartamenti, ma oggi, almeno per quanto riguarda alcuni complessi della città di Pescara, i lavori non sono ancora partiti”.

E’ il consigliere regionale Pd Antonio Blasioli a rilanciare il tema con un’interpellanza presentata al presidente Marsilio “per conoscere nel dettaglio lo stato dei lavori e per scoprire quali sono i prossimi step che la Regione intende mettere in campo, anche alla luce del fatto che la grandinata del 10 luglio ha causato gravi danni a molte abitazioni.

L’interpellanza a sua firma, che sarà discussa durante i prossimi consigli regionali, ha come oggetto “avvio lavori alloggi fabbricati Ater-Ex Gescal Rione Santuario e via Salara Vecchia siti in Pescara e danni da maltempo a seguito della grandinata del 10 luglio 2019”.

“In Provincia di Pescara”, sostiene Blasioli, “gli immobili Ater locati, al netto quindi di quelli riscattati, sono 4928, di cui solo a Pescara 3050. Fra questi fabbricati ci sono quelli di via Caduti per Servizio, via Salara Vecchia e del complesso Gescal (complesso di fabbricati in Via Valle San Mauro, Via Valle di Rose, e Via Pineta di Roio, composto da 17 edifici condominiali per 204 alloggi e 15 villette a schiera per 78 alloggi per un totale di 282, 59 dei quali risultano riscattati dagli assegnatari) – spiega Blasioli -. La giunta regionale del precedente governo di centrosinistra ha stanziato 5milioni di euro per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria del proprio patrimonio di alloggi di edilizia residenziale pubblica, di cui circa 2,5 milioni per attuare il programma di manutenzione straordinaria del complesso Ater in via Caduti per Servizio, comprensivo di interventi su 202 alloggi, e un milione 250mila euro  per la manutenzione straordinaria dei 62 alloggi e 8 locali commerciali del complesso ATER in via Salara Vecchia. Per quanto riguarda, invece, il complesso ex-Gescal, a seguito dell’approvazione dei progetti da parte dell’Ater sono stati stanziati 875mila euro. Ad oggi, però, l’unico cantiere avviato è quello in via Caduti per Servizio, mentre gli altri due interventi previsti sono fermi al palo.”

“La terribile grandinata del 10 luglio scorso, che ha fatto registrare molti danni alle abitazioni dei residenti della costa abruzzese”, incalza Blasioi, “ha avuto pesanti ripercussioni anche su diversi edifici dell’Ater della città di Pescara. Molti alloggi, già in precarie condizioni, hanno subito danni ingenti e alcuni risultano, adesso, inabitabili a causa delle infiltrazioni d’acqua, causate dal danneggiamento delle coperture.  Il lavoro da fare, in sostanza, è molto, e proprio per questo non si comprendono i ritardi della Regione, che pure ha già fondi a disposizione per intervenire sui complessi citati. Per questo ho presentato un’interpellanza al Presidente Marsilio, chiedendogli: i tempi per la conclusone dei lavori in Via Caduti per Servizio e come intende utilizzare gli eventuali ribassi d’asta; le motivazioni per cui non sono ancora partiti i lavori in via Salara Vecchia e nei fabbricati Ater – ex Gescal e come intende la Regione affrontare la problematica dei danni subiti dalle case Ater a seguito del maltempo del 10 luglio e quale sia la stima dei danni”.