Pescara, via Leopardi: “Il divieto di balneazione temporaneo non basta”

Pescara. “Anche quest’anno a Pescara le condizioni delle acque in alcune zone sono problematiche:le acque di balneazione sottese al nuovo punto di prelievo antistante via Leopardi dovrebbero essere vietate permanentemente alla balneazione”.

La denuncia è della consigliera regionale del M5S Barbara Stella, che rilancia l’accusa alla Regione: “Con una valutazione su cui ho molti dubbi, la Regione ha classificato le stesse acque come n.c. ponendo un divieto temporaneo di balneazione. Le acque monitorate di via Leopardi sono le stesse acque sottese al vecchio punto di prelievo di via Balilla, che per 5 anni consecutivi sono state classificate come scarse. Il dubbio sulla balneabilità è più che fondato”.

“Proprio per questo”, incalza Stella, “presenterò una interrogazione al Presidente della Giunta Regionale sulla delibera che approva la classificazione delle acque per la stagione balneare 2019. Se i sospetti dovessero essere fondati, ci troveremmo di fronte al totale fallimento della politica del comune di Pescara e della scorsa Giunta Regionale che in 5 anni non è stata capace di risolvere questo grave problema per la città di Pescara” conclude.