Piano d’Orta: la Regione allarga il perimetro della discarica ex Montecatini

All’indomani dell’ok del ministero dell’ambiente alle bonifiche delle discariche di Bussi e Piano d’Orta, la Regione Abruzzo esprime soddisfazione.

“Il Ministero”, commenta l’assessore regionale ai lavori pubblici Lorenzo Berardinetti, “ha, di fatto, accolto la linea da sempre sostenuta con forza dalla Regione Abruzzi, in accordo con la Giunta Regionale, di procedere alla rimozione dei rifiuti presenti nei siti, condizione essenziale per una efficace e risolutiva bonifica delle matrici ambientali (es. aria, acqua e suolo), risultate contaminate, a beneficio non solo dei territori interessati ma dell’intera Val Pescara e delle comunità ivi residenti, che hanno sempre auspicato il loro definitivo risanamento ambientale”.

“Le decisioni ministeriali”, prosegue l’assessore, “rappresentano una tappa importante, frutto di una efficace sinergia tra gli enti coinvolti, ma il percorso che resta è ancora lungo ed impegnativo, e la Regione Abruzzo è impegnata quotidianamente per elaborare e ultimare gli atti di propria competenza, propedeutici alla conclusione dei procedimenti relativi a tutte le restanti aree del SIN di Bussi sul Tirino, ove il Ministero è autorità competente per legge.

“Inoltre”, aggiunge Berardinetti, “oggi la Giunta regionale ha adottato una delibera contenente l’atto di proposta della Regione Abruzzo – di concerto con ARTA ed enti locali interessati – riguardante la nuova perimetrazione del SIN, che consentirà al Ministero di approvare, con apposito Decreto, una nuova e più ampia perimetrazione del sito ex Montecatini, ubicato in località Piano D’Orta a Bolognano, in relazione alla presenza di contaminanti nelle matrici ambientali, prevedendo ulteriori puntuali controlli sulle zone esterne limitrofe per valutare eventuali future estensioni di aree da bonificare”.