Morro d’Oro, i residenti si lamentano per la sp 21 diventata “pista da gimkana”

Pozze lungo la carreggiata, tratti in contropendenza, pezzi di asfalto sprofondati con relativo restringimento della strada, dislivelli improvvisi e pericolosi che, se non evitati, procurano “salti con atterraggio da brivido”. Gli automobilisti che percorrono ogni giorno la strada provinciale 21, che collega la statale 150 con la statale 80 nel territorio di Morro d’Oro, lo sanno bene, tanto da definire questa bretella una vera e propria pista da gimkana.

Conosciuta meglio come “Salara”, la strada, che consente accorciare tempo e chilometri tra la valle del Vomano e quella del Tordino, appare in alcuni tratti ai limiti della praticabilità, a causa delle condizioni disastrate del manto stradale. E nonostante i diversi interventi tampone effettuati nel corso degli anni, la situazione attuale non sembra essere delle migliori con grosse difficoltà per gli automobilisti.

E i residenti della zona si lamentano, definendo la condizione della strada “incresciosa”, visto che, oltre ad essere costretti a procedere abitualmente con estrema cautela per il rischio di provocare danni alle auto, con le piogge e il maltempo la situazione peggiora notevolmente con diversi punti soggetti tutte le volte a frane e smottamenti.

“Quasi quasi rimpiangiamo la nostra vecchia strada brecciata”, dicono alcuni abitanti del posto, che ricordano il lavoro certosino e prezioso svolto dai così detti “stradaroli”, tra le cui mansioni c’era anche quella di provvedere alla manutenzione della strada con la pulizia della carreggiata e dei tunnel per il passaggio delle acque piovane.

E chiedono una maggiore attenzione alle autorità locali affichè si adoperino per il ripristino di una strada abbastanza trafficata sulla quale tuttavia finora non è stata mostrata la giusta attenzione.



In questo articolo: