Teramo, al via la Carta Servizi per gli studenti universitari

Da oggi per tutti i ragazzi iscritti nell’Ateneo teramano sarà possibile usufruire di sconti, agevolazioni e consumazioni gratuite in diverse attività commerciali della città che hanno aderito al progetto della Carta Servizi promossa dall’associazione Udu.

L’iniziativa, non nuova ma che da quest’anno sarà ampliata a tutti gli iscritti nelle facoltà teramane, è stata presentata questa mattina nella sala consiliare del Comune di Teramo, alla presenza dell’assessore al commercio, Marco Tancredi, dell’assessore alla cultura, Francesca Lucantoni, e dei rappresentanti di Cna, Confcommercio e Confesercenti.

Con l’esibizione del badge universitario, dunque, i ragazzi potranno ricevere uno sconto che va dal 10% al 20% nei negozi che hanno finora aderito, sebbene ci sia l’auspicio che un numero maggiore di esercizi commerciali entrino a far parte del circuito.

“Un ringraziamento va a questa amministrazione”, ha detto Maria Giovanna Lotito di Udu Teramo, “che ha accolto la nostra richiesta di istituzionalizzare questa carta servizi in modo da rendere gli studenti sempre più parte attiva di questa comunità”.

L’assessore Tancredi ha anche proposto una serie di attività per invogliare gli studenti pendolari, che il fine setimana lasciano la città, a restare a Teramo, anche attraverso dei “pomeriggi universitari” che potrebbero essere organizzati per il sabato.

Inoltre, come ha confermato anche il primo cittadino Maurizio Brucchi, sempre su richiesta degli studenti, si sta lavorando per mettere a punto una convenzione che possa consentire agli universitari di usufruire degli spazi dell’Arca e si stanno portando avanti le necessarie verifiche per andare incontro alle esigenze dei ragazzi che chiedono una migliore distribuzione oraria dei trasporti da e per l’Università.