Teramo, gli attentati a Bruxelles fanno salire l’allerta per la Pasqua

Nella riunione odierna di Coordinamento Tecnico delle Forze di Polizia, è stato confermato l’innalzamento, per tutto il periodo delle festività pasquali, delle misure di ordine, vigilanza e di sicurezza adottate in provincia dopo gli attentati di Bruxelles.

I dispositivi di vigilanza e di controllo, tempestivamente attivati in provincia all’indomani degli attentati terroristici, saranno ulteriormente adeguati alle esigenze delle festività pasquali, al fine di prevenire ogni possibile turbativa.

Lo si è deciso questa mattina, nella riunione di coordinamento tecnico delle Forze di Polizia, convocata dal Prefetto Valter Crudo, per fare il punto della situazione ed, eventualmente, adeguare le linee d’intervento.

Attenzionati speciali tra gli altri, oltre ai cosiddetti “obiettivi sensibili”, i principali nodi stradali, scali per la movimentazione di persone e merci, i centri di aggregazione religiosa e culturale, mete turistiche e principali strutture di ricettività.

“E’ stata implementata la visibilità delle Forze di Polizia sul territorio – precisa il Prefetto – affinché i cittadini sentano adeguatamente tutelata la propria libertà individuale, ogni volta sempre più lesa dalla paura che la strategia del terrore alimenta ed instaura”.