Teramo, al via i lavori per la rotonda su via De Gasperi

Cominceranno domenica prossima i lavori per la realizzazione dei lavori alla nuova rotonda di via De Gasperi e che vedranno dal 12 al 15 giugno alcune modifiche alla circolazione in una delle strade principali di accesso al centro. L’opera da oltre un milione di euro, che completa il quarto lotto della strada dell’Università, eliminerà i semafori, garantendo un’alta percorribilità e maggiore sicurezza agli incroci. Saranno anche tolte due piante situate nell’area dove sorgerà la nuova rotonda, ma già nella mattinata di oggi sono state piantati sei nuovi alberi nel terreno adiacente.

“Dalle cinque di domenica”, ha detto il nuovo assessore ai lavori pubblici, Franco Fracassa, alla sua prima uscita pubblica in questo ruolo, “cominceranno i lavori che, per quattro giorni, potrebbero creare alcuni disagi che cercheremo di ridurre al minimo. Inoltre coglieremo l’occasione per controllare e sistemare tutti i sottoservizi in quest’area. Di sicuro ci sarà la sostituzione di una grossa tubatura del Ruzzo, già concordata con la società acquedottistica, in modo da non dover poi eventualmente rompere la nuova opera per altri lavori”.

Dalla mattinata di domenica, dunque, saranno chiuse alcune strade. Non si potrà percorrere Ponte San Francesco per quattro giorni, durante i quali anche i mezzi pubblici saranno deviati su percorsi alternativi. Anche via San Marino sarà interdetta al traffico, tranne che per i residenti e i mezzi di soccorso. Ci sarà poi una corsia di transito davanti alla farmacia Di Pierro, mentre su via De Gasperi sarà garantita la percorribilità seppur con alcuni accorgimenti. Inoltre gli impianti semaforici di via Fonte Regina e via Flaiani saranno lampeggianti per garantire un flusso regolare.

Fracassa ha anche spiegato che, dopo i lavori più impattanti dei primi giorni, sarà installata una struttura mobile per una ventina di giorni, in modo da verificare, prima che venga realizzata l’opera definitiva, che non ci siano problemi di alcun tipo con ogni tipo di mezzo, soprattutto con quelli pesanti. Grande attenzione, inoltre, verrà posta sull’aspetto estetico, grazie anche alla collaborazione con il nuovo assessore alla cultura, Marco Chiarini, che sta già studiando alcune ipotesi per rendere più bella l’opera.

Infine saranno previsti degli attraversamenti pedonali ben visibili, in modo da garantire la massima sicurezza per i pedoni, vista anche la presenza di numerose scuole nella zona.