Campli, la frana di Castelnuovo vista dal drone VIDEO

Campli. Da Ponzano di Civitella a Castelnuovo di Campli. Territori diversi, scenari identici: la terra si sgretola.

 

Nella zona della Farnesina di Castelnuovo di Campli, la frana di ieri era ha prodotto una situazione a dir poco drammatico. Frana che lambisce diverse abitazioni, 10 delle quali sono state già evacuate. Sul posto sono arrivati geologici ed esperti di rischio idrogeologico per monitorare la situazione. La frana preoccupa anche perché è in movimento.

 

Le immagini girate dal drone dei vigili del fuoco del comando provinciale di Teramo danno la misura di quello che sta accadendo.

 

La situazione. La frana si è ingigantita da ieri sera, attorno alle 20, quando è crollata la scarpata che costeggia il torrente Siccagno per un fronte di 80 metri.Per effetto del movimento franoso, sono crollati un tratto di recinzione di un attività produttiva, una cabina dell’Enel di media tensione alta circa 6 metri, due rimesse e un tratto di circa 25 metri della strada comunale.

Il crollo della cabina Enel ha lasciato senza alimentazione elettrica tutti gli edifici della zona, costringendo gli abitanti a passare la notte al buio.

 

 

 

 

 

I primi ad arrivare ieri sera sul luogo della frana sono stati i vigili del fuoco che si trovavano in zona per un sopralluogo ad una frana in località Pastinella.

Nel corso dell’intervento sono stati immediatamente evacuati tre edifici per un totale di 30 persone.

L’intervento è proseguito con il favore della luce diurna, che ha consentito di confermare la gravità della situazione e di rilevare che il materiale franato ha ostruito il corso del torrente Siccagno, creando un piccolo invaso che si sta progressivamente alzando di livello. Inoltre in mattinata, mentre la squadra dei Vigili del Fuoco presente sul posto era impegnata per dei recuperi, si è verificato un ulteriore crollo di terreno sottostante al fabbricato più vicino, le cui condizioni di stabilità stanno diventando sempre più precarie.

Stamattina sul luogo della frana sono stati inviati anche i droni dei vigili del fuoco, impegnati già nella giornata di ieri nella frana di Ponzano di Civitella del Tronto, per effettuare la perlustrazione dell’area della frana e documentare le condizioni di stabilità della scarpata. La documentazione video-fotografica sarà messa a disposizione degli enti competenti ad accertare le condizioni della frana ed individuare gli interventi di messa in sicurezza.

 

In mattinata è stato effettuato un sopralluogo alla presenza del sindaco Pietro Quaresimale, del Prefetto Graziella Patrizi, Protezione Civile, vigili del fuoco, carabinieri, polizia locale e tecnici comunali.

 

“Siamo in emergenza -ha commentato il Sindaco di Campli, Pietro Quaresimale – ho chiesto l’intervento immediato di alcuni geologi e esperti di rischio idrogeologico. Stiamo utilizzando un drone per verificare lo stato di fatto e soprattutto verificare se la frana sia ancora in movimento e possa pregiudicare altre abitazioni”. L’amministrazione comunale vorrebbe poter dare risposte concrete a decine di famiglie ma il problema più grande al momento è anche quello delle risorse economiche. “Occorrono subito, nell’immediatezza, i primi soldi  – ha aggiunto il primo cittadino Farnese – che serviranno per eseguire interventi urgenti affinché la frana si fermi e non pregiudichi altre abitazioni”.