Cittadini e istituzioni in corteo da Colledara a San Gabriele: Il territorio non può morire FOTO

Una bara in testa al corteo, poi uno striscione emblematico: “Non lasciate che questo sia il nostro futuro”. Un corposo corteo è messo in marcia questa mattina da Colledara verso il Santuario di San Gabriele.

 

Ad animarlo i residenti delle zone montane e i sindaci della Valle Siciliana, il sindaco di Teramo Brucchi e il Presidente della Provincia di Sabatino. Un appello, quello che arriva dalle zone a ridosso del Gran Sasso, per chiedere al Governo di fare un passo indietro e tenere in considerazione tutte le criticità del territorio: dalla terra che continua a tremare ramai dalla scorsa estate e dall’eccezionale ondata di maltempo di metà gennaio.

 

Una presa di posizione forte, dunque, da parte di quei comuni che non fanno ancora parte del cratere sismico, ma che invocano a gran voce aiuto e sostegno per non far morire questo lembo di territorio.