L’acqua del Gran Sasso non è potabile: leggi i comuni interessati

Teramo. L’acqua di rubinetti non è potabile e questo fino a nuove disposizioni. Una breve nota, stringata, con i motivi del provvedimento e i Comuni interessati al divieto.

 

La comunicazione della Ruzzo Reti arriva a metà pomeriggio: i prelievi effettuati oggi, martedì 9 maggio, al Traforo del Gran Sasso, hanno rilevato una non conformità in ordine al colore e al sapore. I dati forniti dall’Arta e poi trasmessi al Sian della Asl di Teramo hanno imposto di adottare un provvedimento urgente da parte della Ruzzo Reti e di riflesso dai Comuni interessati.

L’acqua può essere usata solo per fini igienici m non potabili.

Cosa in realtà sia accaduto, solo in parte può essere dedotto dalla comunicazione del Sian della Asl.

Nel frattempo, a partire da oggi (per il mancato approvvigionamento delle sorgenti del Gran Sasso) è prevista la progressiva disalimentazione delle utenze in diversi comuni.

 

Eccoli nel dettaglio:

 

ALBA ADRIATICA

ANCARANO

BASCIANO

BELLANTE

CAMPLI

CANZANO

CASTELLALTO

CASTELLI

CIVITELLA DEL TRONTO

COLLEDARA

COLONNELLA

CONTROGUERRA

CORROPOLI

GIULIANOVA

MARTINSICURO

MONTORIO AL VOMANO

MORRO D’ORO

MOSCIANO

NERETO

NOTARESCO

PENNA S’ANDREA (Val Vomano)

ROSETO

SANT’OMERO

SANT’EGIDIO

TERAMO

TORANO NUOVO

TORRICELLA SICURA (Capoluogo e Bivio S.Chiara)

TORTORETO

TOSSICIA

VALLE CASTELLANA

ISOLA DEL GRAN SASSO

PINETO

 

IL DOCUMENTO DELLA ASL

 

il documento della asl

 

La nota della Asl. “Attualmente, e a fini preventivi di tutela della salute pubblica, l’utilizzo dell’acqua di rete è limitato ai soli usi igienici, poiché le analisi eseguite dall’ARTA su campioni prelevati dalla ASL di Teramo in data ieri, lunedì 8 maggio, hanno rilevato una non conformità dell’acqua per “odore e sapore non accettabile”.
I risultati delle analisi sui campioni ripetuti in data odierna, sia al mattino e al pomeriggio, saranno disponibili nella giornata di domani e – a seguito di questi – verranno adottate e immediatamente comunicate ulteriori decisioni sull’utilizzo dell’acqua.

 

 

ANALISI ARTA

 

analisi_ARTA