Alba Adriatica, blitz sulla spiaggia: sequestrati prodotti e bancarelle

Alba Adriatica. Polizia, finanza e polizia locale percorrono tutti i 3 chilometri del litorale di Alba Adriatica e rimuovono circa 30 postazioni utilizzate per le attività di commercio abusivo sulla spiaggia.

 

Nel contesto del blitz vengono sequestrati anche diversi prodotti contraffatti.

Prosegue senza sosta l’attività di contrasto al commercio ambulante abusivo su aree demaniali, passeggiata e arenile in maniera particolare. In mattinata, infatti, è stata organizzata una maxi-operazione di controllo sulla riviera che ha visto la partecipazione degli uomini della Polizia di Stato (importante in questo frangente la presenza di di un presidio sulla costa), polizia locale e guardia di finanza.

 

L’operazione interforze ha consentito di rimuovere circa 30 postazioni di vendita collocate sull’arenile, che in alcuni casi impedivano anche l’accesso in spiaggia dei bagnanti.

 

“La politica della tolleranza zero contro il fenomeno della microcriminalità”, sottolinea il sindaco Tonia Piccioni, ” ha portato ad un soddisfacente primo risultato che segna l’inizio di un percorso che con l’ausilio indispensabile delle forze dell’ordine intendiamo portare avanti nel territorio di Alba Adriatica.

Voglio pertanto ringraziare, unitamente all’assessore Ambra Foracappa, la Polizia di Stato e la Polizia Municipale per l’importante operazione svolta in sinergia sul territorio stamane.
Continueremo con più pervicacia e determinazione a chiedere alle autorità competenti,Prefettura e Questura, l’istituzione di un Commissariato o posto fisso di Polizia ad Alba adriatica , località baricentrica per rafforzare la sicurezza dell’intera Val Vibrata”.