Alba Adriatica, divieto di giocare a pallone nella Bambinopoli: il cartello manomesso FOTO

Il cartello, originariamente, recitava “È vietato giocare a pallone”, con tanto di simbolo di omini con palla dentro il simbolo di divieto, ma qualche buontempone ha cancellato pallone, sia come simbolo che come scritta, ed è rimasto un cartello con “È vietato giocare”.

 

Il tutto davanti alla Bambinopoli Comunale, area deputata al gioco dei bimbi (all’interno del parco al contrario + ben visibile il cartello originario). Al gioco dei bimbi ma non a calciare una palla, come, d’altronde, all’interno dell’area è vietato introdurre biciclette (divieto, in realtà, non molto osservato). Una recente ordinanza del sindaco Tonia Piccioni, infatti, vieta il gioco del pallone nella Bambinopoli, nella piazza della zona Peep nel parco della villa comunale e comunque nei parchi pubblici in genere.

 

Probabilmente il divieto è sacrosanto, e serve ad impedire interferenze tra le diverse attività che si tengono nell’area giochi, nel parco pubblico e nella piazza del quartiere Peep. Ma già su Facebook molti cittadini, e turisti, si chiedono dove debbano mai giocare a palla i bambini, soprattutto d’estate, se non esistono aree dedicate.