Alba Adriatica, indennità polizia locale: l’interrogazione consiliare sblocca il pagamento

L’interrogazione consiliare, che qualche imbarazzo crea in aula, ha l’effetto pratico di far sbloccare la mancata liquidazione dei compensi accessori (indennità di turnazione, servizi domenicali e festivi, straordinari) per gli agenti della polizia locale di Alba Adriatica.

 

Succede nella seduta consiliare del pomeriggio, praticamente senza pubblico, quando Nicolino Colonelli (capogruppo di Alba in Comune), interroga la maggioranza chiedendo lumi sul fatto che nel 2017 agli agenti della polizia locale, a dispetto di quanto accadeva di prassi, non erano ancora stati liquidati una serie di compensi accessori legati all’attività dei vigili urbani. Risorsa importante in fatto di sicurezza e di controllo del territorio, e più volte lodati dal sindaco Tonia Piccioni per una serie di servizi effettuati, soprattutto nel periodo estivo. A tutt’oggi, infatti, la liquidazione degli emolumenti accessori, fissi e ricorrenti per i vigili urbani, relativamente al 2017, non sono stati ancora pagati.

 

Quando poi il contratto collettivo prevede, relativamente, alle indennità di turno, il pagamento nel mese successivo ai servizi svolti. “ Dieci mesi di ritardo nel pagamento delle spettanze”, sembrano davvero poco rispettosi della dignità e dell’operato dei lavoratori i quali, con un organico sottodimensionato, dimostrano di onorare tutti gli impegni, con abnegazione e sacrificio”. Colonnelli nel suo intervento ha anche messo a confronto tale ritardo con le indennità dei responsabili di settore, percepite mensilmente, e il fatto che i ritardi per gli straordinari non pagati, riguarderebbero anche gli operai del settore manutentivo”.

 

Colonnelli ha chiesto una risposta scritta sulla situazione. Da parte della maggioranza si è preferito non replicare. A fine consiglio comunale, come ha riferito lo stesso esponente della minoranza, sarebbe stata firmata la determina dirigenziale per liquidare i compensi in questione.