Inquinamento a Villa Rosa: assemblea pubblica nella sala parrocchiale. L’iniziativa

L’inquinamento di Villa Rosa. Quello sotterraneo soprattutto, venuto “in superficie” 8 anni fa e che investe non solo l’area pubblica a ridosso della chiesa, ma della falda acquifera di uno quadrilatero abbastanza ampio.

 

E’ il tema di un’importante assemblea pubblica indetta dall’associazione MartinEden, in programma lunedì 18 dicembre (ore 20.30) nella Sala Buon Pastore a Villa Rosa. L’idea di mettere tanti attori attorno ad un tavolo, e aprire un confronto costruttivo sul tema, anche e soprattutto nell’ottica della risoluzione, non è certo casuale.

 

Il problema era noto ai più, da quasi due lustri quando sono iniziati dei carotaggi del sottosuolo con una serie di provvedimenti (divieto di captazione delle acque del sottosuolo) e riproposti tre mesi fa dalla trasmissione di Rai 3 “ Il capitale naturale” di Presa Diretta. “ La volontà è quella di fare il punto della situazione”, sottolineano Lucia Spedicato e Matteo Ciabattoni, dell’associazione MartinEden“ su un tema di grande importanza. Come è la situazione, cosa è stato fatto e cosa deve essere fatto per risolvere il problema. Per far questo saranno analizzati documenti ufficiali e saranno presenti esperti del tema e a conoscenza di quella che è la situazione”.

All’assemblea pubblica, infatti, sono stati invitati il sottosegretario della Regione, con delega all’ambiente, Mario Mazzocca; l’assessore al Comune di Martinsicuro Marco Cappellacci, Mauro Campanella e Francesco Chiavaroli (rispettivamente direttore distrettuale e direttore generale dell’Arta) e il geologo Giovanni Marroni. “ L’assemblea merita di essere seguita”, sottolineano gli organizzatori, “ per conoscere una serie di situazioni che investono l’area di Villa Rosa”: