A volto coperto la caricano su un’auto: donna salvata dal cellulare nel teramano

Una donna di 38 anni, teramana, è stata trasferita questa mattina all’ospedale Mazzini, vittima a quanto pare di una tentata violenza su cui stanno indagando i carabinieri del reparto operativo di Teramo.

Ai militari la 38enne ha raccontato di essere stata obbligata a salire su un’auto in mattinata da due uomini con il volto coperto.

Arrivati in una zona isolata, la donna è stata fatta scendere ed i suoi presunti aguzzini avrebbero iniziato a legarle mani e piedi.

Lo squillo del cellulare, sempre stando al suo racconto, sarebbe stato fondamentale perché gli uomini si sarebbero dati a quel punto alla fuga spaventati.

I carabinieri, diretti dal tenente colonnello Luigi Dellegrazie, stanno ora indagando sull’episodio sotto il coordinamento del comandante provinciale Emanuele Pipola.

Il tutto sarebbe avvenuto a Tossicia.