Acque di balneazione: ecco la classificazione del 2019 per Martinsicuro, Alba e Tortoreto

La stagione turistica è oramai è alle porte e come prevede la norma, da parte della Regione è stata diffusa la classificazione delle acque di balneazione.

 

Una sorta di storico del quadriennio precedente che poi consente di elaborare una classificazione a bocce ferme sulle quali, poi, durante la stagione estiva, saranno affiancati i dati dei campionamenti periodici effettuati dall’Arta. Prendendo in esame le tre località turistiche della Val Vibrata (Martinsicuro, Alba Adriatica e Tortoreto) emerge un quadro decisamente incoraggiante e, storicamente parlando, nella sua complessità molto migliore rispetto a quello che è stato il passato.

 

Il ricordo della classificazione scarsa (per alcuni tratti a ridosso del Vibrata) è oramai qualcosa di decisamente sbiadito. E anche la classificazione che ne traspare, che rappresenta il primo biglietto di visita per l’avvio della stagione balneare, sotto questo aspetto, è sicuramente incoraggiante.

Partendo da nord (Martinsicuro), i 7 punti di campionamento estivo relativi al quadriennio precedente prevedono 6 punti di qualità eccellente (il massimo) e uno sufficiente. Quello nei 250 metri a nord del torrente Vibrata.

Situazione per certi versi analoga anche ad Alba Adriatica, dove si sommano tre punti di qualità eccellente, e uno sufficiente (a ridosso del Vibrata. Spostandoci verso sud a Tortoreto si registra la situazione migliore, dati alla mano. Nello storico, infatti, i 5 punti di campionamento prevedono tutti qualità di acqua eccellente. Tutti aspetti questi che confermano l’impegno profuso, nel corso degli ultimi anni, da parte dei vari attorni, nel campo ambientale, del controllo delle acque di scarico e gli effetti sulla balneazione.