Alba Adriatica, Bandiera Blu: presentata la documentazione alla Fee

Alba Adriatica. Dopo 5 anni di “assenza” (nel 2019 sarà il sesto), Alba Adriatica punta di nuovo a riottenere la Bandiera Blu.

 

Messi nel dimenticatoio gli anni nei quali gli aspetti legati ad alcune criticità ambientali nel avevano tarpato le ali, negli ultimi giorni la struttura tecnica dell’Ente ha provveduto, con grande anticipo rispetto ai tempi previsti, a fornire tutta la documentazione alla Fee Italia.

L’organismo internazionale che assegna i vessilli che sono garanzia sul piano della qualità delle acque e dei servizi legati al turismo. “ Siamo fiduciosi”, sottolinea Nicolino Colonnelli, assessore con delega all’ambiente, “ di poter vedere sventolare nuovamente la Bandiera Blu sul nostro litorale. Tutti gli aspetti documentali sono stati preparati e curati nel dettaglio e per questo devo ringraziare tutto il personale dell’ufficio tecnico. Ora speriamo di vedere ripagati gli sforzi”.

In tema di vessilli, Alba Adriatica nel corso delle ultime settimane si è già assicurata la Bandiera Gialla per i Comuni ciclabili. Ora si punta a quello che, in questo ambito, è il riconoscimento più importante. Ad Alba Adriatica ci si lega anche alla cabala.

La prima Bandiera Blu della storia della cittadina costiera fu conquistata nel 2000 e quella giunta aveva alcuni punti di contatto con quella attuale (sindaco Antonietta Casciotti e Nicolino Colonnelli assessore al turismo).