Alba Adriatica, “ferro di cavallo” e altre zone sensibili: controlli dei carabinieri

Alba Adriatica. Controlli e perquisizioni nel “ferro di cavallo”, in altre zone sensibili della cittadina e sulle principali arterie di comunicazione.

 

Nella serata di ieri i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica, con il supporto del gruppo operativo dell’ottavo Regimento Lazio, hanno effettuato un controllo straordinario del territorio cittadina. Riflettori accesi nella zona a ridosso della stazione ferroviaria, ma non solo.

 

Durante i controlli, i carabinieri hanno sorpreso e denunciato tre persone (una di Corropoli, una di Grottammare e l’altra di San Benedetto del Tronto) per inosservanza del foglio di via obbligatorio. Si tratta di persone già deferite, in passato, per lo stesso motivo e gravate del divieto di far ritorno ad Alba Adriatica per tre anni. Nonostante la limitazione, la loro presenza appare costante nella cittadina costiera. Un uomo di 34 di Castellalto, con precedenti, è stato trovato in possesso di 1 grammo e mezzo di marijuana. Per lui, oltre alla segnalazione al prefetto, è stata avanzata richiesta di l’emissione di un foglio di via obbligatorio.

 

Denuncia evasione. I militari hanno anche denunciato C.D. di 44 anni per evasione dai domiciliari, dove era confinato per atti persecutori e maltrattamenti in famiglia. Durante il controllo quotidiano, infatti, non è stato trovato nella sua abitazione

 

Controlli stradali. Nel corso della stessa operazione, sono state anche elevate sette sanzioni per violazioni al codice della strada per un controvalore di circa mille euro. Sono state anche ritirate due patenti di guida, una carta di circolazione e decurtati 25 punti patente.