Alba Adriatica, nuova stretta al “ferro di cavallo”: denunciate 7 persone. Fermato un marchigiano con soldi falsi

Alba Adriatica. Balordi già gravati dal foglio di via e personaggi con banconote false e armi improprie in giro nel “ferro di cavallo”, una delle zone più sensibili sul piano della sicurezza ad Alba Adriatica.

 

Sono 7 le persone denunciate durante l’ultimo controllo, in ordine di tempo, effettuato dai carabinieri della compagnia di Alba Adriatica (diretti dal tenente colonnello Emanuele Mazzotta) nella zona a ridosso della stazione ferroviaria. I controlli delle forze dell’ordine (sono stati impiegati 15 uomini), hanno riguardato una serie di frequentazioni nella zona e sono state anche compiuti dei controlli stradali, con una decina di contravvenzioni per violazioni al codice della strada.

 

Denunce. I carabinieri hanno denunciato un uomo di Ascoli Piceno, I.I. di 37 anni per detenzione di banconote false, ricettazione e detenzione di oggetti atti ad offendere. L’uomo, che si aggirava con fare sospetto nella zona della stazione, è stato sottoposto a perquisizione ed è stato trovato in possesso di 4 banconote da 50 euro contraffatte. Verifiche sono in corso per stabilire se negli ultimi giorni, in zona, siano state piazzati soldi falsi nelle attività commerciali. Nei suoi confronti è stato chiesto al questore di emettere il provvedimento accessorio del foglio di via obbligatorio.

Sempre nella stessa area, i carabinieri hanno denunciato 4 persone per l’inosservanza del foglio di via obbligatorio che prevede il divieto di far ritorno ad Alba Adriatica per tre anni. Nello specifico, si tratta di: G.M. di 50 anni di Grottammare, L.E. di 33 anni di San Benedetto, e due marocchini. H.A. di 24 anni residente a Corropoli e la compagna, I.M. di 29, residente a Campli.

Nel contesto della stessa operazione, è stata denunciata una donna brasiliana di 33 anni per detenzione di un coltello del genere proibito e un senegalese di 46 anni, domiciliato a Brescia, ma gravato da un decreto di espulsione dal territorio italiano.

 

Controlli stradali. I carabinieri hanno anche focalizzato le loro attenzioni sulla circolazione stradale. Nell’occasione, sono state elevate 10 contravvenzioni per varie violazioni al codice della strada. Due automobilisti sono stati multati per l’uso del telefonino. Inoltre, sono state ritirate due patenti di guida, una carta di circolazione e decurtati 11 punti patente.