Alba Adriatica, parcheggi a pagamento e multe: il bilancio dell’estate. I DATI

Alba Adriatica. Duecentomila euro di incasso dai parcheggi a pagamento, con una piccola progressione (quasi 10mila euro) in più rispetto al 2017.

 

La crescita nelle presenze turistiche, che ha investito anche Alba Adriatica, trova appigli concreti anche in una delle voci di entrata delle casse comunali, ossia le strisce blu sul lungomare Marconi che hanno consentito di introitare 200mila euro nei mesi di attivazione.

Cifra alla quale vanno scorporati i 37mila euro dovuti al concessionario per la gestione del servizio. Alla somma, poi, vanno aggiunti i 2600 preavvisi, emessi dagli ausiliari del traffico, per mancato pagamento o mancata esibizione del ticket, che in linea teorica garantiranno un ulteriore gettito di 74mila euro.

I dati relativi agli incassi ai parcheggi a pagamento, e dell’intera attività estiva della polizia locale, sono stati illustrati nel dettaglio nel corso di una conferenza stampa dal sindaco Antonietta Casciotti, dal vicesindaco Alessandra Ciccarelli (che ha la delega alla sicurezza e polizia locale) e dal comandante Daniela D’Ambrosio.

I numeri delle strisce blu. Gli incassi garantiti dai parcometri e dagli abbonamenti sono stati superiori alle previsioni di bilancio (180mila euro) e al 2017 (192mila euro) a testimonianza di una stagione che ha garantito numeri importanti anche sul piano delle presenze turistiche. Le sanzioni legate alle strisce blu prevedono anche un extra-gettito di 74mila euro circa. Per quanto concerne le multe, per altre violazioni al codice della strada, invece, l’estate parla di 2700 verbali per incassi previsti di 119mila euro.

Controlli commercio abusivo. Grande impegno è stato dedicato, durante il periodo estivo alle attività di controllo e contrasto al commercio ambulante abusivo. Segmento di attività che è stato evidenziato dagli amministratori e dallo stesso comandante per l’impegno costante garantito durante il periodo estivo. In totale sono stati effettuati 23 interventi, con 5 sequestri amministrativi e 18 recuperi di merci abbandonate. Complessivamente, la polizia locale ha sequestrato 5600 articoli di varia natura per un controvalore di circa 80mila euro, mentre i verbali emessi sono stati 8 per 41mila euro.

Controlli ambientali. Nel mese di agosto, stante anche una serie di criticità in materia di corretto conferimento dei rifiuti, la polizia locale (con un agente) ha supportato le attività di controllo da parte del vigile ecologico della Poliservice. Le attività hanno prodotto 20 verbali in base all’ordinanza sindacale.

 

Attività di recupero. Oltre alle normali e consuetudinarie attività, la polizia locale nel corso delle ultime settimane è stata impegnata nella stesura dei ruoli per il recupero delle multe al codice della strada non pagate negli anni precedenti. A breve saranno emessi i relativi ruoli. Il dato che emerge sulle multe ancora da incassare è di non poco conto: nel biennio 2015-2015 la somma è di 450mila euro.