Alba Adriatica, perseguita la donna dopo la fine della relazione: scatta il divieto di avvicinamento

Alba Adriatica. Non aveva digerito la fine della relazione, che era extraconiugale, e aveva iniziato a tampinare la donna. Con telefonate e messaggi continui, ma anche appostamenti e minacce.

 

Sulle prime la donna, di Alba Adriatica, ha atteso che la situazione si calmasse, ma visto che i fatti hanno poi preso una piega diversa, ha deciso di raccontare tutto ai carabinieri. Così nei confronti dell’uomo, A.M. di 51 anni, giuliese, è stata disposta una misura cautelare personale che prevede il divieto di avvicinamento e di comunicare con la donna.

 

La misura cautelare è stata firmata e dal gip del tribunale di Teramo, Domenico Canosa, e notificata dai carabinieri della stazione di Alba Adriatica che hanno inviato l’informativa in procura. La misura cautelare prevede il divieto di avvicinamento alla donna. In pratica dovrà restare a 500 metri di distanza dalla propria abitazione e dai luoghi da lei frequentati, il divieto di comunicare con lei con qualsiasi strumento e cambiare strada qualora dovesse incontrarla.