Alba Adriatica, Salvini visita il litorale devastato. C’è la prima ordinanza del sindaco VIDEO

Alba Adriatica. Nel giorno più triste per Alba Adriatica, con la zona nord della riviera devastata dalle mareggiate delle ultime ore, in tanti arrivano a dare un sostegno.

 

Per il momento solo morale, con la speranza però che il tema erosione possa essere affrontato con un approccio e un effetto diverso. Nel pomeriggio di oggi, facendo uno strappo al suo tour elettorale, anche il Ministro degli Interno Matteo Salvini ha fatto una ricognizione sulla spiaggia di Alba Adriatica. Sollecitato dagli operatori turistici e dal candidato Emiliano Di Matteo. Salvini accompagnato dagli operatori turistici e dal sindaco Antonietta Casciotti ha preso visione della situazione drammatica, rappresentata anche dalle tante immagini che da questa mattina circolano in rete. Salvini ha fornito dei riferimenti attorno ai quali pianificare un piano di azione. Che necessariamente dovrà poi essere calato nella realtà territoriale.

Oggi è un giorno buio”, ha scritto in serata il sindaco Antonietta Casciotti, ” di quelli che ti lasciano frastornati, di quelli in cui fai fatica a guardare oltre il disastro che ti circonda.

 

In giorni come questo, nonostante il peso della responsabilità che avverto nel dover affrontare un problema che mi appare, a volte, più grande delle mie possibilità, nonostante la tristezza per la sventura che ha colpito i nostri operatori turistici e con essi noi tutti, voglio lavorare per aiutare i nostri concittadini colpiti direttamente dalla violenza del mare e la comunità tutta.

 

Posso solo rispondere con la concretezza, quella concretezza che il mio ruolo mi impone e che ho intravisto nelle parole di tutte le autorità che oggi mi hanno contattato o che hanno visitato il nostro territorio ferito.

 

Oggi abbiamo ricevuto dai responsabili regionali, dai candidati alle prossime elezioni regionali, come dal ministro Salvini, indicazioni, contatti e riferimenti normativi per iniziare da domani a predisporre quelle azioni concrete che l’emergenza impone.

 

Stasera sono stati predisposti i primi necessari atti, da domani prenderemo contatto con gli uffici regionali per garantire che le opere già in cantiere giovino di un iter procedurale snello e per assicurarci una giusta integrazione degli stanziamenti previsti, tutto ciò in maniera da poter garantire lo svolgimento di una “normale” stagione balneare”.

 

Nel frattempo in serata il sindaco ha emanato una prima ordinanza che impone alcune prescrizioni.

Alla popolazione il divieto di accedere in spiaggia nel tratto compreso tra la Bambinopoli e via Gorizia. Ai concessionari della zona nord interessati da cedimenti o situazioni di pericolo la chiusura delle rispettive attività fino al ripristino delle situazioni di agibilità. Poi nella stessa ordinanza vengono elencati una serie di comportamenti da tenere per evitare situazioni di rischio.