Ancarano, imprigionato nell’auto dopo l’incidente: salvato da un metronotte FOTO

Ancarano. È rimasto imprigionato nell’auto, gravemente ferito e in stato di incoscienza per almeno un’ora.

 

Nessuno si era accorto dell’incidente, accaduto nel cuore della notte sulla Bonifica del Tronto, al confine tra Ancarano e Castel di Lama, in direzione mare. A salvargli la vita (anche se le sue condizioni restano gravi ed è in prognosi riservata), è stato un vigilante, alle dipendenze di un istituto privato, che nel transitare in quella zona, ha notato qualcosa di strano.

Poi si è accorto della presenza dell’auto, una Renault Clio, finita sotto la scarpata gli arbusti che costeggiano il corso fluviale. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Nereto (e un’ambulanza del 118), che hanno estratto l’uomo, un 45enne di Sant’Egidio alla Vibrata, dalla vettura.

Il ferito è stato trasportato all’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno. Poi ieri mattina, viste le sue condizioni, è stato disposto il trasferimento in elicottero al Torrette di Ancona, dove si trova tuttora ricoverato in prognosi riservata.