Cannabis light sequestrata a Roseto

cannabis light abruzzo

Dopo l’entrata in vigore della legge sulla vendita legale di marijuana a scopo industriale e terapeutico, molti tabaccai e bar, hanno iniziato a vendere infiorescenze a altri prodotti di cannabis legale.

Purtroppo però ci sono ancora parecchi dubbi e vuoti normativi sull’applicazione di quete leggi, e, a Roseto degli Abruzzi la Finanza ha sequestro 4 chili di cannabis light in una tabaccheria.

Una normativa, la 242 del 2016, ancora poco chiara, entrata in vigore da gennaio, ma sulla cui applicazione ci sono ancora diverse perplessità.

Non si tratta della legalizzazione della Marijuana, precisano le Forze dell’Ordine, che con le sue sostanze psicoattive rimane ovviamente illegale, ma di Canapa Ligh  Legale. Nella norma si parla infatti precisando che la canapa light ricavata da infiorescenze femminili della pianta, devono avere un contenuto di THC  non superiore allo 0,2%.

Lo stesso presidente della Federazione Nazionale Tabaccai, Giovanni Risso, in una nota diffusa all’indomani dell’entrata in vigore della legge, aveva invitato i colleghi ad attendere ulteriori chiarimenti prima di acquistare prodotti di questo tipo per la vendita al dettaglio.

Negli utlimi giorni anche a Roma molti tabaccai avevano intrapreso questa attività di vendita di prodotti a base di Canapa Light visto che negli utlimi tempi soprattutto online sono nati tantissimi e-commerce per la vendita di Cannabis Legale.

I prodotti di cui parliamo sono infiorescenze, tisane, prodotti alimentari come pasta, olio, farina, ma anche prodotti per la cosmesi, creme e altro ancora.

Intanto in una tabaccheria  di Roseto degli Abruzzi gli agenti della Guardia di Finanza hanno sequestrato, su richiesta del Pm Davide Rosati, una ventina di bustine di marijuana “legale”per un totale di circa 4 chilogrammi. L’esercente però é riuscito a dimostrare che l’acquisto della merce é stato del tutto regolare, con tanto di certificati di acquisto.

Rimaniamo pertanto in attesa di ulterio sviluppi.