Controguerra, vertenza Avi Coop: la Regione rinvia il tavolo sindacale. La posizione dell’azienda

Controguerra. Rinviato il tavolo sindacale sulla vertenza dell’Avi Coop di Controguerra.

 

La comunicazione è arrivata oggi da parte delle Regione, che ha disposto un rinvio per il vertice (con sindacati, Regione, istituzioni territoriali e proprietà), in programma inizialmente per la giornata di domani, mercoledì 3 luglio, al Comune di Controguerra.

In una nota l’azienda, che fa parte del Gruppo Amadori, sottolinea l’opportunità e la tempestività di questa decisione.

 

“Infatti, l’irrituale scelta delle organizzazioni sindacali di indire un’agitazione nel corso di un tavolo negoziale e soprattutto alla vigilia del già fissato incontro in sede istituzionale, è risultata quanto mai inopportuna” si legge.

 

Avi. Coop, confermando di avere sempre operato in maniera corretta, seguendo le prassi negoziali e restando aperta al confronto, ritiene lo sciopero di venerdì 28 e sabato 29 giugno scorsi un atto disallineato alla logica del dialogo fra le parti. Questo soprattutto alla luce degli esiti dell’ultimo incontro del 13 giugno scorso, in cui le note intenzioni aziendali erano orientate a verificare un punto d’incontro fra le richieste dei lavoratori e le esigenze di produzione.

 

L’azienda auspica che questo periodo di approfondimento sia utile al fine di giungere al più presto alla positiva conclusione di una trattativa che garantisca la normale attività del sito di Controguerra”.