Coronavirus, l’Ordine degli Architetti di Teramo dona duemila euro alla Croce Rossa locale

Teramo. Duemila euro alla Croce Rossa Italiana in questo momento di crisi sanitaria così profonda. E’ la donazione dell’Ordine degli Architetti di Teramo che quest’anno festeggia i primi 40 anni dalla sua costituzione.

 

“Gli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori – dichiara il Presidente dell’Ordine, Architetto Raffaele Di Marcello – sono sempre stati in prima linea nei momenti di emergenza; basti pensare al contributo dato nel post sisma del 2009 e del 2016 e l’abnegazione con la quale viene portato avanti il difficile processo della ricostruzione, che vede impegnati migliaia di professionisti. Non ci siamo mai sottratti alle responsabilità che il nostro ruolo richiede, consapevoli che il nostro lavoro, oltre ad essere il mezzo di sostentamento delle nostre famiglie, ha anche un fondamentale aspetto di pubblica utilità. In questo momento di ulteriore difficoltà – continua Di Marcello – non possiamo far altro che portare avanti le nostre attività, ritenute indispensabili anche dall’ultimo decreto, rispettando le misure di sicurezza necessarie, pur con la legittima preoccupazione per la nostra salute e quella dei nostri cari”.

“Siamo vicini – evidenzia il Presidente dell’Ordine – a tutte quelle figure professionali, medici, infermieri ed operatori sanitari in primis, che sono impegnate in prima linea per sconfiggere l’epidemia che ha cambiato le nostre vite. A loro, e a tutti i lavoratori che sono tuttora impegnati nelle attività di supporto alla vita quotidiana, va il nostro pensiero. Per questo l’Ordine ha deciso di donare 2000 euro alla Croce Rossa Italiana, comitato di Teramo, stanziando una parte dei fondi previsti per le celebrazioni del quarantennale. E’ di certo una piccola goccia in un immenso mare di necessità, ma tante gocce creano un fiume di solidarietà che darà un supporto, quanto meno economico, alla battaglia che ognuno di noi sta combattendo”.

“Abbiamo anche sensibilizzato i nostri iscritti in merito agli appelli fatti da altri Enti ed Organismi impegnati nell’emergenza – dalla ASL di Teramo, alla Protezione Civile, al Comune di Atri – ed i singoli Consiglieri ed iscritti hanno risposto con la consueta generosità. Noi ci siamo, da quarant’anni, e continueremo ad esserci, con il nostro lavoro ed il nostro patrimonio di competenze e conoscenze, pronti a dare il nostro contributo alla rinascita del nostro territorio. Auguri a tutti gli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Teramo, e grazie per quello che, quotidianamente, continuate a fare.”

40 ANNI DI STORIA. Era il 20 febbraio 1980 quando, con il primo consiglio del neocostituito Ordine degli Architetti della provincia di Teramo, i consiglieri eletti designavano le cariche istituzionali. Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti, formalmente costituito nella provincia di Teramo, era composto dal Presidente, Architetto Alfonso De Albentiis, dal Segretario Architetto Aldorino Di Gaetano, dal Tesoriere Architetto Mattia Irto, e dai Consiglieri Architetto Mariano Moroni e Architetto Franco Storto. Iniziava, così, la storia dell’Ordine degli Architetti della provincia di Teramo, che ha caratterizzato, in questi 40 anni, la vita sociale e professionale del nostro territorio, non facendo mai mancare il contributo dei suoi iscritti in tutte le fasi storiche della nostra società, in particolare nei momenti di necessità.