Corropoli, il consiglio approva il regolamento di polizia rurale: ecco cosa prevede

Corropoli. Nell’ultima seduta consiliare, con i voti della sola maggioranza, è stato approvato a Corropoli il nuovo regolamento di polizia rurale. Disciplinare che è stato redatto dall’esperta Valeria Coppa, che durante l’assise civica ha anche illustrato lo stesso regolamento.

 

 

Tra i vari aspetti il regolamento, costituito da sei titoli, 56 articoli e due allegati esplicativi, tratta i fossi, i canali e quanto relativo alla manutenzione, in più disciplina l’esercizio e la pulizia dei fossati privati non in manutenzione ad enti pubblici, al fine di consentire il libero deflusso delle acque ed evitare così danni all’ambiente e alle proprietà pubbliche e private, soprattutto nel caso dei sempre più frequenti eventi metereologici di carattere alluvionale. L’obiettivo è quello di prevenire e mitigare il rischio idrogeologico anche attraverso la diffusione delle tecniche e modalità corrette di lavorazione dei terreni.

“È un altro importante risultato raggiunto da questa amministrazione”, sottolineano in una nota il sindaco, Dantino Vallese e l’assessore all’ambiente, Roberta Grilli, “e a breve sarà illustrato ai cittadini con un ciclo di incontri sul territorio comunale.  Il verificarsi di eventi meteo eccezionali ci chiama tutti, istituzioni e cittadini, alla massima collaborazione e a comportamenti improntati al senso civico. Come nostro costume punteremo più sull’informazione preventiva che a sanzionare indiscriminatamente, per questo motivo daremo il più alto risalto possibile a questo strumento che sarà consultabile, a breve, anche sul sito del Comune”.

“Il regolamento, quale fonte secondaria del diritto, ha finalità esplicative ed esemplificative e, sono certa, permetterà ai cittadini di comprendere rapidamente la normativa generale da seguire – dichiara l’esperta, Valeria Coppa -.  Nel redigere questo regolamento ho cercato di utilizzare il più possibile un linguaggio semplice e comprensibile a tutti, richiamando le normative generali, ma ancorando il tutto alle necessità del territorio corropolese e di quanti vi svolgono la loro attività. Ringrazio per la proficua collaborazione il responsabile dell’area tecnica, Angelo Cretone, e il comandante della polizia locale, Marx Di Luca”.

“La realizzazione di un regolamento comunale per la manutenzione dei fossi rappresenta un concreto passo in avanti nel riordino del territorio – dichiara il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Umberto D’Annuntiis -. Lostrumento, opportunamente aggiornato, intende guidare non solo l’amministratore e il tecnico ma anche il cittadino con una sorta di “vademecum” contenente le buone pratiche per la manutenzione della maglia idrografica minore. Sicuramente è da estendere in altre realtà regionali questo modello partecipativo, che vede collaborare assieme soggetti pubblici e privati nel complesso tema del governo delle acque superficiali e della difesa del suolo”.