Corropoli, liceo d’Annunzio: riprese le lezioni, ma c’è il disimpegno dei soci della Fondazione

Corropoli. Il nuovo anno scolastico al Liceo D’Annunzio di Corropoli ha preso il via regolarmente nei giorni scorsi, con tutte le incertezze legate al futuro.

 

Nei giorni immediatamente precedenti all’avvio delle lezioni, anche se sulla questione non sono state diffuse comunicazioni ufficiali, si è tenuta un’assemblea dei soci della Fondazione del Val Vibrata College.

La scuola riparte dai circa 80 iscritti, poco più, e da varie situazioni di natura finanziaria che andranno sanate nel futuro. Di sicuro, la gestione non sarà più in capo alla Fondazione, visto che i soci nella circostanza hanno ribadito il fatto che non si faranno carico delle situazioni pregresse.

 

Il Comune, ovviamente, non può farlo per questioni legate alla sua natura di ente pubblico, la Banca del Piceno già dalle scorse settimane ha comunicato il suo disimpegno. Stesso dicorso per l’altro socio della Fondazione. Euroscuola, che fa capo a Giuseppe Di Giminiani (uno dei fondatori dell’istituto di Corropoli), che aveva in passato formulato una proposta per rilevare la gestione della scuola. Proposta che però non era stata accettata. Di certo, ogni situazione da ora in avanti sarà gestita dal Cda della Fondazione (con il presidente Giuseppe Caccioppoli) e dalla preside. Presidente del Cda che nei mesi scorsi ha fornito, in conferenza stampa, ampie rassicurazioni sull’apertura del nuovo corso e della stesura di un piano di rientro, garantito anche dal contributo economico di privati.