Erosione costiera, la regione ora dispone di un tesoretto di 7 milioni

La Regione Abruzzo, per contrastare i fenomeni erosivi e continuare a tutelare il proprio territorio, dispone di un tesoretto di 7 milioni di euro.

 

Dal Governo centrale è arrivata la comunicazione che il Consiglio dei Ministri ha deliberato, su input della Giunta Regionale, ulteriori fondi aggiuntivi che, insieme a quelli già concessi, raggiungono un totale di 3,5 milioni euro.

“La Regione avrebbe potuto utilizzare tali fondi per coprire i 2 milioni di euro impiegati per la somma urgenza – ha messo in evidenza il sottosegretario alla presidenza della Regione Abruzzo, Umberto D’Annuntiis – invece ha deciso di utilizzarli quali risorse aggiuntive che, sommate ai 1,5 milioni già stanziati dal Consiglio Regionale d’Abruzzo su iniziativa dei consiglieri di maggioranza , permetteranno nel breve periodo di dare un’immediata risposta ai Comuni danneggiati dagli eventi calamitosi e alle attività imprenditoriali che si accingono ad affrontare la prossima stagione turistica.

 

In soli tre mesi – ha concluso D’Annuntiis – questa Giunta Regionale ha reperito risorse per 7 milioni di euro dimostrando, in modo concreto, di aver inserito questa problematica tra le proprie priorità di intervento e di voler dare una risposta tangibile al proprio territorio martoriato dagli eventi calamitosi dello scorso novembre”.