Giulianova, dalla Regione 900mila euro per la messa in sicurezza del nuovo molo

Quella che sembrava essere destinata a restare una grande incompiuta, verrà fortunatamente portata a termine.

Si tratta del nuovo molo del porto di Giulianova, il braccio nord realizzato tre anni fa ma mai ultimato per una serie di problemi legati alla carenza di fondi necessari per completare la struttura e alla stabilità del braccio stesso. ù

La Regione ha ufficialmente concesso 900mila euro, che poi è la stessa somma del ribasso d’asta del progetto di costruzione del nuovo pennello e che l’Ente Porto avrebbe voluto utilizzare già da tempo per la messa in sicurezza del molo.

I fondi stanziati recentemente serviranno per le opere di manutenzione straordinaria, procedendo con una serie di interventi per contrastare la problematica relativa al dissesto del molo nord, iniziato già da tempo e che si è ulteriormente aggravato a seguito di una serie di mareggiate, l’ultima delle quali ha messo a nudo le questioni legate alla stabilità del nuovo braccio.

Non a caso la parte esterna ha ceduto, a conferma che i lavori di realizzazione del molo convergente non sarebbero stati eseguiti nel rispetto del progetto. La base che poggia sul fondale avrebbe dovuto essere di almeno 25metri di ampiezza. Mentre dalle ispezioni è risultata essere di 10 metri più stretta. I 900mila euro stanziati ora dalla Regione permetteranno di ripristinare lo stato di sicurezza di quel tratto di porto, di consolidare le pareti ampliando la base di appoggio sul fondale.

Una volta consolidato il tutto, si potrà procedere anche con la realizzazione degli ultimi 80 metri per creare la convergenza in prossimità dell’imboccatura. La questione è stata affrontata di petto negli ultimi mesi dal presidente dell’Ente Porto Marco Verticelli il quale aveva assunto l’impegno nei confronti della città sul fatto che Giulianova non avrebbe dovuto convivere con una opera incompiuta. I lavori di completamento e di messa in sicurezza dovrebbero ripartire con la bella stagione.