Giulianova, i lavori alla scuola De Amicis: inizio anno scolastico non a rischio

Vanno spediti i lavori di completamento e di messa in sicurezza sismica della scuola De Amicis di Giulianova.

Dopo aver dato il via libera all’ingabbiamento dell’edificio scolastico, l’amministrazione comunale è certa che i tempi di riconsegna delle opere, fissati per metà di ottobre, saranno rispettati. La ditta appaltatrice sta portando avanti l’intervento che in un primo tempo non era stato programmato. Si tratta di lavori resisi necessari dopo un sopralluogo da parte dei consulenti tecnici nominati dal Tribunale di Teramo a seguito di un esposto con cui venivano posti dei dubbi sulla staticità dello stabile. Inoltre bisognava procedere con il restauro della facciata.

La scuola De Amicis riaprirà i battenti il 16 settembre. Ovviamente gli interventi non saranno ancora ultimati. L’assessore all’edilizia scolastica e alla pubblica istruzione Katia Verdecchia ieri pomeriggio ha eseguito un sopralluogo per verificare lo stato di avanzamento delle opere. Tutto secondo il programma.

Anzi, se le condizioni meteo saranno di supporto, le impalcature e il ponteggio saranno smantellati anche prima del 15 ottobre. Nel frattempo, per consentire agli studenti, al corpo docente e agli addetti di poter accedere nelle aule dall’ingresso principale che si affaccia su piazza della Libertà, per il 16 settembre verranno eliminate le transenne che attualmente si trovano dinanzi al portone, mettendo inoltre in sicurezza i due lati. Attualmente l’ingresso all’istituto è consentito solo sul lato posteriore.

La messa in sicurezza della scuola De Amicis, per la quale sono stati investiti nel tempo circa 800mila euro, consentirà di raggiungere un livello antisismico pari o superiore a 0,8. Probabilmente arriverà a 1, facendone una delle scuole più sicure dell’intera provincia di Teramo nonostante abbia una storia di circa 110 anni.