Giulianova, incidente ferroviario: la maxi-esercitazione in stazione FOTO VIDEO

Giulianova. Prima un momento di studio. Poi una serie e propria esercitazione sul campo. Si è tenuta oggi a Giulianova una giornata di studio sul “Il soccorso su aree ferroviarie – scenari emergenziali coinvolgenti i treni”.

 

L’evento è stato coordinato dalla Prefettura di Teramo.
Nella mattinata si è tenuto un convegno a Palazzo Kursaal, con gli interventi qualificati dei rappresentanti di vari Enti, in cui sono state illustrate le varie tematiche inerenti il coordinamento e la direzione tecnica dei soccorso a seguito di incidenti ferroviari.

Il Comandante dei vigili del fuoco Romeo Panzone, nel suo intervento, ha sottolineato l’importanza di un intervento coordinato di tutti gli operatori del soccorso per un’ottimale gestione di scenari emergianziali di elevata complessità, come quelli ipotizzabili in ambito ferroviario. Nel primo pomeriggio invece, all’interno della stazione ferroviaria di Giulianova, lato mare, si è svolta un’esercitazione pratica con il coinvolgimento delle varie componenti di protezione civile.

La simulazione di intervento ha previsto lo svio (deragliamento) di una carrozza del treno Frecciabianca in prossimità della stazione di Giulianova, che ha originato un principio di incendio da un quadro elettrico e il ferimento di circa venti passeggeri a bordo.

 

Per l’ottimale gestione della simulazione di emergenza, sul luogo dell’esercitazione sono state allestiti un Posto di Comando Avanzato (PCA) e il Posto Medico Avanzato (PMA). L’esercitazione si è conclusa nel momento in cui tutte le persone sono state soccorse o assistite, si è messo in sicurezza il convoglio ferroviario e si è tenuto un debriefing tra tutte le forze in campo. All’esercitazione hanno preso parte la Prefettura di Teramo, il Comando Vigili del Fuoco di Teramo, il Gruppo FS con relativo personale e squadre, la Protezione Civile della Regione Abruzzo, il Servizio di Emergenza Sanitaria “118” di Teramo, la Croce Rossa Italiana di Teramo, la Polizia di Stato, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia locale, oltre ai Comuni di Giulianova, Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi Marina, con le proprie strutture operative e i gruppi di volontariato.