Il funzionario (ai domiciliari) che dispensa favori chiedendo sponsorizzazioni per il Real Giulianova: l’inchiesta

Nelle intercettazioni telefoniche viene tirato in ballo, anche se non direttamente, il Real Giulianova. O meglio: la volontà di una sorta di intermediario che cerca sponsorizzazioni e contributi per la squadra giallorossa.

 

E’ un’inchiesta ancora tutta da definire nei suoi sviluppi quella che ha portato agli arresti domiciliari Pangrazio Di Piero, funzionario della polizia locale di Roma ( III gruppo Nomentano), accusato dalla Procura di corruzione, traffico di influenze e millantato credito. Assieme al funzionario, sono indagate 4 persone tra imprenditori e intermediari.

Cosa c’entra Di Piero con il Real Giulianova? Nulla, se non è il papà di Nicolas Di Piero, estremo difensore del Real Giulianova (serie D/F). Ma dalle intercettazioni trapelate nelle ultime ore (riportate dal Corriere.it), si parla di presunte ingerenze del funzionario del vigile urbano capitolino negli affari del Real Giulianova. In effetti, la misura cautelare prende forma da alcuni episodi e dalle relative intercettazioni. In una di queste, Di Piero avrebbe agevolato un imprenditore romano, per la regolarizzazione di una concessione edilizia del proprio esercizio commerciale in cambio di una sponsorizzazione in favore del Real Giulianova.

Inequivocabile l’intercettazione tra Domenico Petruzzelli (originario di Barletta e nominato la scorsa estate consulente del presidente Luciano Bartolini) e lo stesso Di Piero: “Il tuo fine — dice il primo — è quello di far bene a tuo figlio, il mio quello di recuperare lo stipendio”. Il funzionario chiede esplicitamente all’imprenditore: “Va tutto bene ma adesso però metti ‘n attimino mano al portafoglio e fai una …una piccola sponsorizzazione”.

 

Nella ricerca di sponsor per il Real Giulianova, lo stesso funzionario si impegna a trovare una soluzione ad un altro imprenditore titolare di una palestra, sempre a Roma, con delle irregolarità.

Di Piero millanta l’interessamento del sindaco di Giulianova (ovviamente estraneo ai fatti) “per ogni futura iniziativa imprenditoriale del Valentini” purché interessato da parte sua all’investimento nel Real Giulianova, emerge sempre dalle intercettazioni.