Martinsicuro, abbattimento alberi. Corneli (M5S): Anas deve fermarsi in attesa del Ministero

Martinsicuro. Una nota inviata all’Anas per chiedere la sospensione immediata del taglio indiscriminato delle alberature lungo la Statale 259. L’iniziativa è del parlamentare del M5S, Valentina Corneli.

 

“Visto che l’Anas ha ripreso l’abbattimento selvaggio dei pini lungo la 259 Val Vibrata, e questa mattina anche quello dei tigli secolari su via Risorgimento”, sottolinea la Corneli, ” con una nota inviata alla Società ho richiesto l’immediata sospensione di tali operazioni, in considerazione della valutazione che sul tema sta effettuando il Ministero dell’Ambiente.

La vicenda si trascina ormai da mesi, il ritmo incalzante delle operazioni con cui ultimamente Anas sta effettuando gli abbattimenti sta mettendo in allarme cittadini e associazioni, che a più riprese hanno denunciato la deturpazione del patrimonio ambientale, unitamente alla morte di molti animali che non trovano più ricovero tra i filari. Lo scenario è inquietante.

Ho peraltro richiesto ad Anas quale sia la sorte delle piante abbattute; che fine fa il legno degli arbusti? Infine, sottolineo che in un primo tempo vi era stata da parte di Anas la rassicurazione circa una loro pronta ripiantumazione, mentre poi pare abbia ritrattato sostenendo che l’onore ricadrebbe sui Comuni, a questo punto doppiamente danneggiati.

Mi auguro che l’ennesima sollecitazione possa finalmente far prevalere il buon senso, in attesa di una parola definitiva proveniente dal Ministero”.