Martinsicuro, cocaina e magliette contraffatte: giovane fermato a Villa Rosa

Martinsicuro. Spaccio a ridosso della riviera e detenzione di materiale contraffatto. Sono due le accuse che sono costate l’arresto a G.F. 30anni, partenopeo di origine, ma residente da anni a Martinsicuro.

 

L’uomo ha attirato le attenzioni del reperto operativo provinciale dei carabinieri, nell’ambito delle attività di controllo nella linea costiera.

Il giovane è stato notato sul lungomare di Villa Rosa, a bordo della sua autovettura, aggirarsi con andatura sostenuta e frequenti e brevi soste, entrando e uscendo velocemente in diversi chalet, con atteggiamento particolarmente guardingo.

Insospettiti da quanto osservato, i carabinieri hanno ritenuto di approfondire il controllo. Fermato e sottoposto a perquisizione, il trentenne veniva trovato in possesso di due grammi di cocaina, contenuti in altrettanti involucri custoditi all’interno di un borsello. La successiva perquisizione presso il suo domicilio consentiva di rinvenire, all’interno dell’abitazione, 8 t-shirt e 6 jeans recanti segni distintivi di una nota griffe ma evidentemente contraffatti nonché la somma contante di euro 12.000,00 euro. Mentre nei pressi del garage a lui in uso, occultati all’interno di una canalina di plastica, i militari rinvenivano ulteriori 13 grammi di cocaina già suddivisa in 26 dosi, pronti per le cessioni.

Per quanto accertato il personale del Nucleo Investigativo, con l’ausilio di militari della Stazione Carabinieri di Martinsicuro, ha proceduto all’arresto di G.F., associandolo agli arresti domiciliari.