Martinsicuro, ecco il progetto del ponte ciclabile sul Tronto: lavori al via tra 1 anno

Martinsicuro. Un’opera da 2,2 milioni di euro che aprirà un corridoio, atteso da anni, tra Abruzzo e Marche. Si tratta del ponte ciclo-pedonale sul fiume Tronto, tra Martinsicuro e San Benedetto del Tronto, i cui lavori prenderanno il via alla fine del 2020.

 

Il progetto è stato illustrato questa mattina, nel Comune di San Benedetto del Tronto, alla presenza del Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, del Sottosegretario della Regione Abruzzo, Umberto D’Annuntiis, dei rappresentanti delle Province di Teramo e Ascoli Piceno e dei Sindaci di San Benedetto del Tronto e di Martinsicuro.
“Dopo 4 anni di stasi – ha commentato il sottosegretario Umberto D’Annuntiis – riparte l’iter di un’opera attesa e di grande importanza in quanto rappresenta l’elemento di congiunzione tra le ciclovie delle due Regioni, che oggi sono separate dal fiume Tronto”.

Il costo stimato dell’opera è pari ad euro 2.200.000,00 finanziato al 50% tra le due Regioni. Con la realizzazione dell’opera, il cui inizio dei lavori è previsto per la fine del prossimo anno, prende corpo il progetto della ciclovia adriatica che collega Ravenna con Leuca su un percorso di 1.300 km.

“La Regione Abruzzo è a buon punto per il completamento della sua pista ciclabile che si sviluppa da Martinsicuro a San Salvo per un totale di 131 chilometri, di cui 76 già realizzati, 42 in via di ultimazione e 13 in corso di progettazione – ha concluso il sottosegretario D’Annuntiis – Se si pensa che nell’ultimo anno il turismo in bicicletta è aumentato del 41% e che interessa sei milioni di persone, si comprende come attraverso la realizzazione di queste opere si possa dare un forte impulso all’economia regionale”.

 

Sempre in tema di ciclabili, è previsto anche un ulteriore finanziamento per la ciclovia che collega San Benedetto del Tronto a Monteprandone e Colonnella.

La Regione Marche è capofila delle Regioni adriatiche interessate dalla Ciclovia turistica nazionale Adriatica con 1127 km totali, 99 Comuni attraversati, 17 Province, 6 Regioni. Costo complessivo dell’opera 250 M€ di cui 16 già assegnati dal MIT. Il progetto del ponte sul Tronto con la realizzazione del tracciato ciclabile collegherà l’abitato di San Benedetto con i percorsi ciclabili esistenti sul lungofiume, attraversando la Riserva naturale regionale Sentina.

 

La realizzazione del ponte ciclopedonale sul Fiume Tronto, collegamento tra le Marche e l’Abruzzo, che sarà l’elemento di connessione tra i percorsi ciclabili realizzati e in corso di realizzazione nelle due regioni, sarà un’infrastruttura fondamentale a garantire la continuità della Ciclovia Adriatica. Il percorso ciclabile costituirà l’elemento principale per lo sviluppo della mobilità dolce, garantendo anche il collegamento tra la costa Adriatica e l’entroterra di Ascoli Piceno, connettendosi con il tracciato trasversale parallelo al fiume Tronto. Esso si allaccerà ai percorsi esistenti. In particolare, si innesterà con la rete ciclabile urbana di San Benedetto del Tronto, in prossimità di via del Cacciatore, proseguirà a sud verso la Riserva Naturale Regionale della Sentina e poi verso ovest (collegandosi con il tratto di Monteprandone sulla vallata del Tronto) attraversando alternativamente ambiti urbani e fluviali, di elevato pregio storico-ambientale e paesaggistico.

2019_dic_20_ponteTRONTO-cicloviaSENTINA_compressed2