Nereto, calci e pugni alla convivente che finisce in ospedale. Il giudice lo fa arrestare

Nereto. Calci e pugni alla convivente, fino a spedirla in ospedale. L’ultimo episodio, accaduto lo scorso 5 luglio, ha in qualche maniera fatto traboccare il vaso.

 

In mattinata i carabinieri della stazione di Nereto, in esecuzione di un’ordinanza cautelare firmata dal Gip, hanno arrestato M.C. 45 anni, del posto.

L’uomo, in più circostanze, in evidente stato di ubriachezza, avrebbe picchiato la convivente. L’ultimo episodio in ordine di tempo, si è verificato lo scorso 5 luglio, quando il 45enne avrebbe colpito con calci e pugni la donna. Poi costretta a farsi medicare in ospedale con una prognosi di 21 giorni.

 

L’informativa rimessa dai carabinieri in procura ha prodotto, come detto, l’emissione nei confronti dell’uomo di una misura cautelare in carcere.