Nereto, nasce la sezione ANPI Val Vibrata: Francesco Antonini è il presidente

Nereto. In Sala Allende va in scena la prima assemblea congressuale dell’ANPI della Val Vibrata, durante la quale viene anche costituita la sezione che elegge Francesco Antonini alla presidenza.

 

L’assemblea e la relativa costituzione dell’assemblea appare, nelle intenzioni dei promotori, come una natura e sentita esigenza da parte dei cittadini della Val Vibrata di “rispondere all’oppressione a alla violenza cultura e politica (a volte anche fisiche) di forze oscurantiste che minacciano i valori fondanti della Repubblica e della Costituzione”.

I lavori dell’assemblea, che hanno ricevuto il saluto del sindaco di Nereto, Daniele Laurenzi, sono stati presieduti dal Presidente provinciale ANPI senatore Antonio Franchi e aperti dal presidente sezione ANPI Teramo Antonio Topitti.
Diversi gli interventi durante l’assemblea: il consigliere regionale Dino Pepe, il sindaco di Torano Nuovo, Anna Ciammariconi, il vicensindaco di Alba Adriatica Alessandra Ceccarelli, Massimo Pizzingrilli, la prof.ssa Carmela De Ceglia, Leopoldo Saraceni, Leandro Di Donato, Mauro Paci.

La partecipazione assembleare è stata numericamente e qualitativamente alta; è emersa la necessità di strutturare sempre più l’Anpi Val Vibrata per mettere in pratica, partendo anche dalle scuole e dalle nuove generazioni, i valori della Resistenza che hanno dato forma e sostanza alla Repubblica italiana ed alla sua Costituzione che non sempre è stata pienamente applicata.

Le conclusioni affidate al Presidente provinciale, il senatore Antonio Franchi, che ha toccato la necessità
dell’impegno odierno antifascista, partendo dalle eroiche gesta del movimento partigiano teramano, fin dal suo primo scontro militare a Bosco Martese contro gli oppressori nazifascisti.
L’assemblea ha poi espletato i suoi compiti pratici eleggendo il tesoriere Paolo Tribuiani.
Per acclamazione unanime l’assemblea ha eletto come presidente Val Vibrata l’avvocato Francesco Antonini, che nel suo intervento ha rimarcato che “l’aver indetto tale assemblea non risponde soltanto ad un atto formale organizzativo, ma dà senso ad una volontà e ad un sentimento di lotta e di impegno per l’affermazione dei valori e degli ideali dell’antifascismo, dei principi sacri della nostra Costituzione di eguaglianza e di inviolabilità della Repubblica fondata sul lavoro”.

 

Il Presidente Antonini intende prioritario produrre uno sforzo per una battaglia culturale notevole e di ampio respiro contro ogni tentativo di revisionismo storico, di annullare la memoria storica e le responsabilità politiche ben precise e distinte che oggi mirano alla restaurazione con pulsioni guerrafondaie, imperialistiche, razziste e
sovraniste”.

 

La proposta organizzativa del neo eletto presidente Antonini Francesco ha strutturato la
nascente sezione ANPI Val Vibrata con questo direttivo: Massimo Pizzingrilli (Nereto); Matteo Settepanella (Nereto); Ottaviano Taddei (Nereto), Mauro Leone (Nereto); Paolo Tribuiani (Alba Adriatica); Antonietta Casciotti (Alba Adriatica); Vincenzino Traini (Colonnella); Federica Clementoni (Corropoli); Elvezio Rosati
(Corropoli); Franco Falò (Corropoli); Erman Dovis (Tortoreto); Antonella Manucci (Nereto); Rosella Recchilongo; Marco Foglia (Martinsicuro); Anna Ciammariconi (Torano Nuovo); Dino Pepe (Torano Nuovo); Mauro Scarpantonio (Controguerra); Antonio Macrillante (Sant’Omero); Gloria Laura Waibl; Leonardo Pantoli (Sant’Egidio alla Vibrata).