Erosione Pineto, sulle somme stanziate dalla Regione interviene D’Annuntiis: “Sindaco, realizzi gli interventi già finanziati”

Pineto. Rispetto alle dichiarazioni rilasciate sulla stampa dal Sindaco di Pineto Robert Verrocchio “mi preme invitarlo ad una più attenta riflessione nelle sue esternazioni pubbliche ed un maggior approfondimento in merito a quanto disciplinato dalla legislazione nazionale e regionale”, precisa il Sottosegretario alla Presidenza Umberto D’Annuntiis. “Infatti gli interventi in somma urgenza possono essere disposti per una quota massima di 200.000€ l’uno e si riferiscono esclusivamente a danni che possono attentare nell’immediato l’incolumità pubblica”.

“Il comune di Pineto, nell’inoltrare la richiesta di contributo straordinario per interventi di somma urgenza per i danni causati dal maltempo, richiesta carente anche nella descrizione in dettaglio degli interventi, non ha dato seguito – come previsto ai sensi della L.R. 17/1974 e dalle procedure del D.Lgs 50/2019 – all’invio della dovuta perizia giustificativa unitamente al verbale di somma urgenza”.

“Ricordo inoltre, al Sindaco Verrocchio, che già dal 2017 il suo comune è beneficiario di risorse erogate dalla Regione per 950.000 € specificatamente destinate a porre in essere interventi infrastrutturali per arginare il fenomeno erosivo nel Comune di Pineto.

Invito pertanto il Sindaco, che il 14 Gennaio 2019 riceveva sollecito dagli uffici competenti della Regione Abruzzo, ad avviare nel più breve tempo possibile le procedure di progettazione e realizzazione degli interventi già finanziati, risorse paralizzate da oltre due anni a causa dell’inerzia della sua amministrazione”.

La replica del Sindaco Robert Verrocchio. “Spiace constatare che il Sottosegretario alla Giunta Regionale, Umberto D’Annuntiis, abbia confuso una comunicazione con una polemica. Il nostro intento era quello di informare i cittadini delle nostre azioni relative alla questione dei danni causati dalle mareggiate alla costa pinetese. Noi stiamo operando celermente e abbiamo fatto un appello alla Regione Abruzzo affinché non si fermi a un ristoro di soli 200 mila euro, dato che per far fronte ai danni subìti nel Comune di Pineto occorrono importi notevolmente maggiori”.