Prostituzione: controlli e multe sulla bonifica del Tronto (una da 10mila euro). A Martinsicuro chiuso un bar

Una vera e propria retata anti-prostituzione lungo il tracciato della bonifica del Tronto, con controlli e multe. Mentre a Martinsicuro viene chiuso per 10 giorni un bar.

 

E’ il bilancio in cifre di un’operazione mirata dei carabinieri della compagnia di Alba Adriatica, coadiuvati dal 5^ nucleo elicotteristi di Pescara. Il blitz ha riguardato l’intero tracciato della bonifica del Tronto, da Ancarano verso sud. Durante le verifiche (nel frattempo si è verificato un fuggi fuggi generale), sono state identificate e multate tre lucciole di nazionalità albanese. E questo in virtù dell’ordinanza sindacale di Colonnella, che prevede divieti per quanto concerne la contrattazione di prestazioni sessuali. Le tre donne, in età compresa tra i 55 e i 29 anni, sono state sanzionate ciascuna di 400 euro.

 

Controlli anche a Martinsicuro. Nella località costiera, i carabinieri hanno rintracciato e denunciato per violazione al foglio di via obbligatorio. La donna, 30 anni, romena, è stata anche sanzionata con una maxi-multa da 10mila euro per atti osceni in luogo pubblico.

 

Sempre a Martinsicuro, i carabinieri hanno anche notificato un provvedimento di chiusura, per 10 giorni, dello Chanty Caffè in via Battisti. Il provvedimento di chiusura temporanea, disposto dal questore in esecuzione dell’articolo 100 del Testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza. Il bar, anche in relazione a verifiche pregresse, sarebbe frequentato da personaggi con precedenti e comunque con implicazioni sull’ordine pubbliche. L’informativa dei carabinieri ha generato, dunque, l’applicazione della misura sanzionatoria, con lo stop all’attività per 10 giorni.