Ripristino viabilità post-sisma. Undici interventi in Abruzzo per 5 milioni: ecco quali

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha trasmesso al Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, il parere del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in relazione al sesto stralcio del programma di ripristino e messa in sicurezza della rete stradale del territorio colpito dagli eventi sismici del centro Italia.

 

Il Soggetto attuatore per la viabilità, insieme alla Regione Abruzzo e ai gestori delle reti stradali, ha identificato le modalità di attuazione degli interventi, il ministero analizzata la documentazione e verificata l’attività di raccordo con Regione, Province e comuni, ha espresso il proprio parere favorevole. È stato dato quindi parere positivo per l’attuazione di undici interventi, corrispondenti ad un importo complessivo di € 5.089.480, attuazione che è stata assegnata agli stessi Enti Gestori stessi.

Nello specifico il Comune di Montorio al Vomano ha dichiarato di poter attuare tre interventi necessitando di copertura finanziaria per €710.160; la Provincia di Teramo ha dichiarato di poter attuare sette interventi per € 3.713.545; Il Comune di Farindola un solo intervento per € 665.775. Gli interventi sulla viabilità che verranno effettuati dalla provincia di Teramo riguardano il capoluogo di Civitella del Tronto e le sue frazioni e Valle Castellana.

“Sono soddisfatto del parere positivo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – ha detto il Sottosegretario alla presidenza della Regione Abruzzo Umberto D’Annuntiis – perché queste somme sono necessarie per poter effettuare quei lavori utili per riportare verso una quotidianità più tranquilla quelle comunità colpite dai terremoti del 2016 e del 2017. Il fatto che l’attuazione degli interventi sia stata assegnata ai Comuni interessati e alla Provincia di Teramo potrà velocizzare la fase di cantierizzazione. I finanziamenti premiano i numerosi interventi che ho portato avanti, su delega del presidente Marsilio, sia in sede ministeriale che presso tutti gli uffici competenti”.