Roseto, a settembre l’incontro tra RFI e l’amministrazione comunale: Arena 4 Palme e barriere gli argomenti

Atteso entro la fine di settembre l’incontro tra il sindaco di Roseto Sabatino Di Girolamo, l’assessore all’urbanistica Orazio Vannucci e all’ambiente Nicola Petrini con i vertici del compartimento nord di Ancona delle Ferrovie dello Stato per affrontare alcuni temi importanti per il futuro della città.

I dirigenti di RFI sono disposti ad ascoltare gli amministratori rosetani in merito a tre argomenti: la questione delle barriere architettoniche da eliminare alla stazione ferroviaria, la vicenda della barriera antirumore che dovrebbe essere costruita in città contro l’inquinamento acustico causato dal passaggio dei treni, l’Arena 4 Palme.

Per quanto riguarda l’Arena 4 Palme, il Comune chiederà ufficialmente l’acquisizione dell’impianto sportivo, magari anche con un comodato d’uso novantennale per consentire all’Ente di pianificare degli interventi di riqualificazione della storica Arena, simbolo della pallacanestro cittadina. Ad oggi l’impianto per questioni soprattutto di sicurezza non può essere utilizzato per accogliere eventi. RFI aveva valutato a suo tempo l’Arena 4 Palme sui 750mila euro con cessione definitiva al Comune di Roseto.

Un’operazione che però l’amministrazione locale non può affrontare. Ecco perché si pensa ad un comodato d’uso pluriennale. Per quanto riguarda la barriera antirumore che le Ferrovie hanno intenzione di realizzare lungo un tratto di strada ferrata di circa 5 chilometri spendendo 56milioni di euro, sindaco e assessori ribadiranno il loro no a un simile intervento.

Sarebbe impattante e dividerebbe la città in due penalizzandola sotto l’aspetto turistico. L’unica alternativa alla barriera, sarebbe la piantumazione di alberi a ridosso della massicciata in modo tale da creare un sistema naturale contro il rumore provocato dal passaggio del treno con cui i rosetani ormai sono abituati a convivere.

Sulle barriere architettoniche per facilitare l’accesso alla stazione a chi è costretto a spostarsi su sedia a rotelle, il Comune di Roseto chiederà a RFI di eliminarle entro l’estate del 2020.