Roseto, l’8 ottobre l’asta per l’ex mattatoio

Dovranno essere presentate entro il prossimo 7 ottobre, a mezzogiorno, le offerte per partecipare alla vendita all’asta dell’ex Mattatoio di Roseto, nella zona sud della città.

Si parte da una valutazione di 4milioni e 50mila euro per una struttura dismessa da diversi anni ma che sorge su un’area considerata di pregio che sotto l’aspetto urbanistico potrebbe garantire, con un progetto di recupero interessante, uno sviluppo importante di questo angolo della città. L’8 ottobre, quindi 24 ore dopo la scadenza dei termini per presentare le eventuali proposte di acquisto, l’ufficio tecnico del Comune avrà il compito di verificare la validità degli atti pervenuti. Ma la sensazione è che l’asta possa andare deserta per una ragione anche piuttosto semplice.

L’amministrazione comunale, difatti, ha già stabilito che se non ci dovessero essere offerte alla prima occasione di vendita all’incanto dell’ex mattatoio, si procederà con una seconda asta, col ribasso del 10 per cento. Quindi il prezzo scenderebbe di circa 400mila euro. Non solo, ma è prevista anche una eventuale terza asta, con un ulteriore ribasso del 10 per cento, di circa 360mila euro.

Alla fine, insomma, la struttura e l’area su cui sorge, potrebbero essere cedute per una cifra intorno ai 3milioni e 300mila euro. Che è poi la somma che il Comune in fondo spera di incassare. Sull’ex mattatoio l’interesse non manca. E in passato proposte di acquisto in forma privata ci sono state. Secondo indiscrezioni, sarebbe stata fatta un’offerta a suo tempo di circa 2milioni e mezzo di euro.

Ma il Comune in questo caso non può procedere con una trattativa privata. Ecco perché c’è la speranza che chi a suo tempo aveva manifestato la volontà di acquisire l’immobile, possa ora partecipare alla vendita all’asta.