Roseto, riunione dell’Anci in Comune per discutere della riforma del pubblico impiego

Roseto. La sala consiliare del Comune di Roseto ha ospitato questa mattina un impor-tante convegno promosso dall’Anci Abruzzo in collaborazione con l’Aredel (Associazione responsabili e dipendenti degli enti locali) intitolato “La riforma del Pubblio impiego: cosa cambia per il 2019”.

Il seminario, rivolto principalmente a segretari, dirigenti e funzionari degli enti locali, si pone l’obiettivo principale di fare il punto sul processo di riforma del pubblico impiego che prosegue viste le diverse novità introdotte dal legislatore per l’anno 2019 in merito. Si è parlato ad esempio delle nuove facoltà assunzionali previste nel decreto crescita, della stabilizzazione del precariato, delle recenti regole sui concorsi, fino alle nuove forme di flessibilità, per poi approdare allo smart working e al codice disciplinare.

L’iniziativa è stata utile per approfondire il tema della rideterminazione dei tetti di spesa per l’assunzione del personale e ha visto la partecipazione del presidente dell’Anci Abruzzo Luciano Lapenna, e del sindaco di Roseto Sabatino Di Girolamo.

Il primo cittadino, intervenendo al dibattito, ha dichiarato: “Oggi assistiamo continuamente a un quadro normativo in evoluzione co-stante visto che con l’avvicendamento dei Ministri di volta in volta l’esecutivo prova a intestarsi la riforma della materia. Ci ha provato Brunetta, poi la Madia, adesso la Bongioro. In questo dedalo di norme mi sento di ringraziare profondamente l’Anci per il prezioso supporto quotidiano che fornisce a noi amministratori attraverso momenti di formazione, ma anche attraverso il sito dell’Anci che ogni giorno fornisce importanti aggiornamenti per superare i dubbi che ci provengono da una materia spinosa con la quale siamo costretti a confrontarci costantemente. Al legislatore va l’invito a dare celere attuazione ai principi della legge Bongiorno, con la emanazione in tempi stretti della legislazione delegata”.