Roseto, rubato un bobcat al cimitero. Nuove assunzioni in Comune per le manutenzioni

Roseto. Il Comune di Roseto ha completato l’iter per l’assunzione a tempo indeterminato di un operaio specializzato imbianchino con abilitazione alla conduzione di piattaforme di lavoro elevabili.

Il nuovo rinforzo prenderà servizio dal 18 novembre e l’assessore all’Ambiente Nicola Petrini, così commenta questa assunzione: “Con l’arrivo di questa unità riusciremo finalmente a dare celerità e attuazione alle ordinanze tese a riorganiz-zare la segnaletica orizzontale e verticale, ma anche a dare una mano sul verde e sugli altri interventi che si renderanno man mano necessari insieme agli altri operai ‘superstiti’. Uso questa definizione poiché questa amministrazione, da quando si è insediata, ha contato una decina di pensionamenti solo per il settore manutentivo, e così abbiamo dovuto fare i conti con una emorragia di personale che non ci aspettavamo ricorrendo sempre più spesso agli appalti esterni. Il mio auspico è tuttavia di proseguire con le assunzioni in modo da ricreare una squadra di pronto intervento interna al Comune”.

Petrini infatti, subito dopo l’assunzione dell’imbianchino, ha in animo di chiedere l’assunzione di un elettricista (“quanto mai indispensabile ogni qual volta servono interventi sulla pubblica illuminazione e sugli impianti semaforici”), di un addetto ai mezzi meccanici, e di un manutentore del verde abilitato all’utilizzo di cestelli aerei. “Servono con urgenza operai specializzati – spiega Petrini – anche perché proprio in questa setti-mana abbiamo dovuto fare i conti con un problema increscioso”.

L’assessore spiega infatti che lunedì il Comune ha subito il furto di un suo bobcat parcheggiato fuori al cimitero. “Abbiamo già sporto denuncia, ma questo gesto ci rammarica anche perché era un mezzo importantissimo per il supporto fornito alle manutenzioni stradali e delle aree cimiteriali”.

Il sindaco Sabatino Di Girolamo è sulla stessa lunghezza d’onda dell’assessore Petrini e concorda sulla necessità di personale: “Nel bilancio 2020 cercheremo di colmare alcune lacune. Ammetto – dichiara il sindaco – che le esigenze rappresentate sono reali, e auspico che nel bilancio 2020 ci siano degli spazi per procedere alla reintegra di quelle figure richieste, posto che grazie a una battaglia svolta dall’Anci sono stati rimossi i limiti al turnover e al ricambio di personale previsti negli anni scorsi”.