Roseto, sindaco punta ad esternalizzare tassa suolo pubblico e affissioni

Roseto. Il sindaco Sabatino Di Girolamo proporrà al prossimo consiglio comunale, fissato per giovedì 7 marzo, una delibera finalizzata ad affidare in concessione il servizio di gestione dell’imposta comunale sulle pubblicità, il servizio delle pubbliche affissioni e di occupazione del suolo pubblico (Tosap) per il periodo 2019- 2022.

Sinora la gestione della Tosap, dell’imposta sulla pubblicità, e del diritto sulle pubbliche affissioni è stata gestita direttamente dall’ente fino al 31 dicembre 2018. Tuttavia, a seguito del riordino organizzativo del personale, dei pensionamenti attesi e della cronica carenza di personale, si è preso atto che i servizi citati sono rimasti completamente scoperti tali da rendere necessario il ricorso a un affidamento esterno, ma non solo.

“Sino ad oggi – spiega il sindaco Sabatino Di Girolamo – abbiamo osservato che i suddetti servizi hanno avuto una gestione carente sia sotto il profilo delle riscossioni che sotto il profilo dei controlli da attivare a causa dell’affanno degli uffici, oberati da tanto lavoro. Del resto è diventato intollerabile assistere all’occupazione selvaggia del suolo pubblico. Un fenomeno che impenna specialmente in estate a ridosso della stagione estiva”.

Da qui la decisione del primo cittadino di prendere di petto il problema e affrontare la questione con una soluzione che prevede l’affidamento in esterno di tutti questi servizi che d’ora in avanti saranno monitorati e censiti in modo da contrastare ogni forma di abusivismo e di evasione fiscale.

“Per essere tempestivi, e trattandosi di un importo inferiore ai 40 mila euro, abbiamo deciso di procedere con un affidamento diretto il primo anno per poi procedere con una gara di evidenza pubblica negli anni successivi. In questo modo sin da subito la società incaricata verificherà l’esistenza sul territorio di eventuali forme pubblicitarie non dichiarate, e provvederà a sue spese a ogni necessario lavoro di manutenzione degli impianti di pubbliche affissioni attualmente installati. Inoltre questo passaggio ci consentirà di partire già a giugno con le verifiche sulla conformità degli spazi occupati in relazione a quello dichiarato con il pagamento della Tosap. In questo modo disciplineremo la materia prima dell’avvio dell’estate”.

E’ chiaro che se la delibera venisse approvata al prossimi Consiglio come il sindaco auspica, tutte le affissioni e il servizio di riscossione sarà curato dalla società concessionaria.